Monte Tabor: incendio sul lato est del Monte

Giovedì 25 luglio, in serata, sulla parte est del Monte Tabor è divampato un grande incendio non lontano dal Santuario della Trasfigurazione.

"Intorno alle ore 17:00 le forze dell'ordine sono arrivate al Santuario facendo evacuare per sicurezza la comunità di Frati Minori Francescani addetti al Santuario e la Comunità di Mondo X che risiede stabilmente di fianco al convento" racconta Fr. Ricardo Maria Bustos, vicario ed economo locale.  "Io sono rimasto qui, insieme a un ragazzo di Mondo X, per valutare la situazione e supportare il lavoro delle forze dell'ordine. Ci hanno richiesto di avere la possibilità di un punto di osservazione alto per valutare l'estensione dell'incendio. Da lì che ci siamo accorti che le fiamme erano arrivate a 200m di distanza dal Convento, ma il pericolo maggiore era passato e il fuoco era stato domato". L'emergenza è rientrata ufficialmente intorno alle 21:00, ora in cui ai frati e agli altri ragazzi è stato permesso di rientrare nelle proprie abitazioni.

Una prima verifica dei danni, condotta in mattinata, ha confermato l'integrità degli edifici. Nonostante questo, sia i vigili del fuoco che una rappresentanza dell'Autorità Israeliana per i Parchi è presente sulla zona e continua con costanza il controllo dell'area. Attualmente si sta riportando tutto alla normalità e breve sarà permessa la salita ai primi gruppi di pellegrini. Si attendono le prime ore del pomeriggio, in cui è solita la presenza di forti venti, per verificare lo scampato pericolo.

"Proprio ieri abbiamo spostato la statua di San Francesco in un punto più visibile" ha commentato Fr. Ricardo "ed è a lui che ho guardato quando sono uscito dal Convento, in una situazione di confusione generale gli ho detto: sei l'unico che può domare fratello fuoco. Questa per noi deve essere una conferma che San Francesco tiene ai suoi figli".


Giovanni Malaspina