Custodia dei Luoghi Santi

I frati francescani della Custodia hanno ricevuto la missione di custodire i Luoghi Santi della cristianità in Terra Santa, per mandato papale con la bolla Gratias agimus di Clemente VI.

Anche Papa Francesco ha di recente rinnovato l’incarico con una lettera inviata per gli 800 anni di presenza francescana in Terra Santa il 17 ottobre 2017: Unendomi ai miei venerati Predecessori, a partire da Clemente VI, che con la Bolla Gratias agimus vi affidò la custodia dei Luoghi Santi, desidero rinnovarvi tale mandato, incoraggiandovi ad essere testimoni gioiosi del Risorto in Terra Santa.

Custodire i Luoghi santificati dalla presenza di Gesù ha delle modalità concrete:

  • I frati hanno il compito di animare le celebrazioni nei santuari, secondo il calendario liturgico annuale e mantenere le strutture nel loro corretto funzionamento.
  • La manutenzione dei Santuari è affidata all’Ufficio tecnico della Custodia di Terra Santa con sede a Gerusalemme.
  • I frati della Custodia accolgono da secoli i pellegrini che, a piedi o con mezzi propri, giungono in Terra Santa.

Sussidi Liturgici

Per molti secoli la Custodia di Terra Santa non ha potuto esprimersi se non attraverso il linguaggio della preghiera e delle celebrazioni liturgiche. Non c’erano molti spazi per una evangelizzazione o per la pastorale. Negli ultimi tempi, gli spazi si sono allargati e aperti alle multiformi attività della Custodia. Ma, anche attualmente, la Liturgia rappresenta una dimensione fondamentale nell'ambito dei servizi svolti dalla Custodia.

I frati si servono di Sussidi liturgici particolari per le peregrinazioni e le celebrazioni nei Luoghi Santi.

Tempo di Avvento

Tempo  di Natale

Tempo di Quaresima

 Triduo Pasquale

Tempo di Pasqua

Altri Sussidi

 

Benedetto XVI in T. S. - Maggio 2009

Benedetto XVI a Cipro - Giugno 2010

Francesco in Terra Santa - Maggio 2014

 

Libretti delle messe votive di Terra Santa

 

Terræ Sanctæ Votiva Missalia in lingua latina