Rossini in Terra Santa

Nella settimana dal 19 al 23 aprile 2005 P. Renato Beretta, francescano di Milano, è torato in Terra Santa. Con il coro "Cantica", i solisti Giovanna Donadini, Raffaella Vianello, Andrea Giovannini e Antonio Marani, i pianisti Anna Brandolini, Mauro Bertoli insieme al M° Marco Berrini all’armonium, ha eseguito la Petite Messe Solennelle di Gioacchino Rossini.

Patrocinata dall’Istituto Italiano di Cultura e dalla Custodia di Terra Santa, con l’organizzazione di P. Quirico Calella, la tournée di P. Beretta ha fatto tappa a Tel Aviv - Giaffa (santuario francescano di S. Pietro), Acco (auditorium), Nazareth (basilica dell’Annunciazione), Betlemme (chiesa di S. Caterina) e Gerusalemme (chiesa di S. Salvatore).

Ogni volta Autorità religiose e civili, insieme a un numeroso pubblico hanno apprezzato l’esecuzione altamente professionistica e la musica che Rossini compose quattro anni prima della morte per i frequentatori del suo salotto parigino.

Con il suo scherzoso pudore Rossini chiamò “Piccola” questa Messa che musicalmente anticipa sonorità e ritmi che caratterizzeranno poi il primo novecento; e religiosamente esprime una piena adesione alla fede cattolica. Al termine della sua vita, infatti, solo i temi religiosi furono capaci di far zampillare ancora pienamente la sua sorgente creativa.

Il concerto finale di Gerusalemme era dedicato a SS. Benedetto XVI. Al termine gli esecutori hanno concesso un bis cantando la “Preghiera” dal Mosè. Il P. Custode, P. Pierbattista Pizzaballa, ringraziando gli artisti e il pubblico, ha fatto notare la felice coincidenza: proprio quella notte della loro Pasqua, gli Israeliti ricordavano il passaggio del Mar Rosso.