Diventare costruttori di pace

a “Holy Land Christian Ecumenical Foundation” (Fondazione ecumenica dei cristiani in Terra Santa) ha organizzato una peculiare marcia per la pace in Terra Santa. I bambini appartenenti alle diverse comunità cristiane si sono dati l’appuntamento alle ore 9.00 al Monte degli Olivi, vicino al Luogo dell’Ascensione del Signore Gesù e al santuario della preghiera universale di tutti i cristiani, il “Padre nostro”.

La marcia fa parte del più vasto programma, “Viaggio a Gerusalemme: insieme per la pace”, ideato e sponsorizzato dalle Chiese Cristiane, dalla Custodia di Terra Santa, dalla Missione Pontificia per la Palestina e dalla “Caritas” di Gerusalemme. Le delegazioni delle diverse parrocchie hanno aderito a questa iniziativa dimostrando il loro profondo legame con Gerusalemme, con i suoi santuari e la sua popolazione.

Gli organizzatori hanno preparato una bella e gioiosa festa con canti, musica, striscioni e tanti palloncini colorati. Dalla cima del Monte degli Olivi, in processione tutti i partecipanti sono discesi al santuario del Getsemani.

Dopo una breve preghiera e la venerazione della roccia dell’Agonia, davanti alla basilica i ragazzi hanno fatto volare nel cielo azzurro una decina di colombe bianche, simbolo della pace, e tantissimi palloncini, segno della speranza di un futuro felice, costruito sul rispetto reciproco e la collaborazione di tutti gli abitanti della Terra Santa. La visita nella basilica del Santo Sepolcro ha concluso la manifestazione dei ragazzi cristiani per la pace che credono che solo il Signore Risorto può dare il cuore nuovo capace di costruire i ponti.
fr. Jerzy Kraj