“Un amore esageratamente grande": dialogo con Fr. Francesco Patton, Custode di Terra Santa

La festa delle Stimmate di San Francesco

Il 17 settembre la Chiesa e il mondo francescano celebrano la festa dell’ Impressione delle Stimmate di San Francesco.

“Un amore esageratamente grande” è il tema del Dialogo con Fr. Francesco Patton, Custode di Terra Santa, sul significato di questa festa.

Fr. FRANCESCO PATTON, Ofm
Custode di Terra Santa
"Le stimmate sono le piaghe di Gesù. San Francesco le riceve sul Monte de La Verna. I biografi dicono che l’evento si svolse nell’ approssimarsi della festa dell’ Esaltazione della Santa Croce, la notte tra il 13 e 14 settembre. Ciò che ricevette san Francesco non furono semplicemente i segni della Passione ma, secondo il racconto dei biografi, secondo il racconto dei primi testimoni - compreso frate Elia che subito dopo la morte di Francesco scrisse una lettera anche per testimoniare questo prodigio delle stimmate-, nelle mani e nei piedi di san Francesco si formarono i chiodi: un biografo racconta come “sembra che abbia la capocchia nera scura e che si veda il chiodo ribattuto”. Oltre che nelle mani e nei piedi, San Francesco cominciò ad avere questa ferita al costato, che periodicamente sanguinava."

Fr. FRANCESCO PATTON, ofm
Custode di Terra Santa
"Uno degli autori, San Bonaventura - che fa anche una riflessione teologica sulle stimmate-, dirà che quando Francesco discende del Monte de La Verna porta con sé l´immagine del Cristo Crocifisso “non scolpita da mano d´uomo o dipinta dalla mano dell’ uomo o sul tavolo di legno o di pietre”, ma dice “dipinta nella sua carne dal dito del Dio vivente”. Il dito del Dio vivente è lo Spirito Santo."

Fr. FRANCESCO PATTON, ofm
Custode di Terra Santa
"Non dimentichiamo mai che quello che appare a San Francesco a La Verna è un Serafino bellissimo e Crocifisso, quindi una realtà di Dio che appare sia nella sua bellezza, luminosità e trascendenza sia nel suo essersi fatto vicino a noi e, per dirla con San Paolo, “servo obbediente fino alla morte e alla morte di Croce”. Oppure, se vogliamo fare il percorso inverso, è un Crocifisso che però ci fa vedere che dietro al Crocifisso ci sta il Serafino, dietro al Crocifisso ci sta la trasformazione dell'uomo in luce, in fuoco, in bellezza. Possiamo vedere l'avvicinarsi di Dio fino alla Croce e possiamo vedere anche quello che la Croce ci fa sperimentare proiettandoci nella vita stessa di Dio."

Fr. FRANCESCO PATTON, ofm
Custode di Terra Santa
"La Verna è uno dei più importanti santuari francescani proprio perché porta la memoria delle stimmate. Riusciamo a lasciarci trasformare da tutto questo per assomigliare a Gesù, cioè impariamo a non essere più dei narcisi che cercano la propria immagine nello specchio ma ad essere dei discepoli che cercano di rispecchiarsi in Gesù, in Gesù crocifisso, in Gesù che dà la vita per noi e che è anche il Gesù Risorto che ci porta a vivere la vita stessa di Dio. Buona festa delle stimmate."

Il programma completo della festa è disponibile sul sito del Christian Media Center.

 

Christian Media Center