Il Custode invita a pregare per la visita di Papa Francesco in Iraq

Carissimi fratelli,

il Signore vi dia Pace!

Al termine dell’udienza di mercoledì 3 marzo, papa Francesco ha detto: “Dopodomani, Dio volendo, mi recherò in Iraq per un pellegrinaggio di tre giorni. Da tempo desidero incontrare quel popolo che ha tanto sofferto; incontrare quella Chiesa martire nella terra di Abramo. Insieme con gli altri leader religiosi, faremo anche un altro passo avanti nella fratellanza tra i credenti. Vi chiedo di accompagnare con la preghiera questo viaggio apostolico, perché possa svolgersi nel migliore dei modi e portare i frutti sperati. Il popolo iracheno ci aspetta; aspettava San Giovanni Paolo II, al quale è stato vietato di andare. Non si può deludere un popolo per la seconda volta. Preghiamo perché questo viaggio si possa fare bene”.

Raccogliendo perciò la richiesta di Papa Francesco invito tutti i frati della Custodia ad accompagnare questa visita con una preghiera speciale e intensa. In particolare:

  • venerdì 5 marzo vi invito a una giornata di digiuno e a offrire la pia pratica della Via Crucis per la buona riuscita del viaggio, e perché porti a maturazione il frutto dello Spirito che è “amore, gioia e pace, pazienza, benevolenza bontà, fedeltà, mitezza e dominio di sé” (Gal 5,22);
  • sabato 6 marzo vi invito a pregare il rosario comunitariamente e a leggere personalmenteil Capitolo VIII di Fratelli tutti (nn. 271-285) dedicato alle religioni a servizio della fraternità nel mondo. Vi chiedo di concludere la preghiera del rosario con la preghiera trinitaria che papa Francesco pone al termine dell’Enciclica “Fratelli tutti”;
  • domenica 7 marzo, l’ufficio vigiliare che celebreremo al Santo Sepolcro e la successiva Celebrazione Eucaristica al Calvario sarà in suffragio per le vittime della guerra e per chiedere il dono della pace in tutto il Medio Oriente, vi chiedo di fare lo stesso nelle varie fraternità;
  • lunedì 8 marzo vi chiedo di accompagnare il viaggio di ritorno del Santo Padre con la preghiera personale.

Viviamo questo momento con fede, in unione con il Santo Padre e con i nostri fratelli in Iraq.

Fraternamente,

Fr. Francesco Patton ofm
Custode di Terra Santa

Fr. Marco Carrara ofm
Segretario di Terra Santa

 

Gerusalemme, 4 marzo 2021