Settima giornata capitolare

 

In questa domenica capitolare i lavori sono stati sospesi per dare spazio alle celebrazioni giubilari per i frati che hanno festeggiato gli anniversari di sacerdozio e di professione solenne. La Messa è stata presieduta da padre Frederic Manns, studioso dello Studium Biblicum Franciscanum. L’omelia è stata tenuta da fra Giuseppe Ferrari, che ha ringraziato il Signore per il dono della perseveranza, sua e degli altri confratelli che festeggiavano le varie ricorrenze, invitando i più giovani a vedere in ciò la presenza costante di Dio che non lascia mai soli coloro che scelgono di seguirlo. Nella sua omelia ha evidenziato che le difficoltà e i momenti di angoscia non mancano, ma nonostante tutto, ciò che prevale è la gioia di vivere dentro un cammino di consacrazione e donazione della propria vita.


Durante il pomeriggio alcuni frati, guidati da fra Alessandro Coniglio, sono partiti per una escursione alla Città di Davide e nel tunnel di Ezechia, da molti mai visitato. Alle 18.30, presso l’auditorium di Notre Dame, è stato aperto un altro invito a tutti i Capitolari per poter assistere ad uno spettacolo proposto dai ragazzi di due scuole della Custodia di Terra Santa in collaborazione con alcuni volontari e artisti italiani, invitati da fra Ibrahim Faltas per una collaborazione avviata qualche anno fa; lo spettacolo che ha avuto come tema la vita di S. Francesco e la nascita della Missione della Terra Santa è stato la chiusura di un campo estivo con i ragazzi e bimbi della città vecchia.


Infine la giornata si è conclusa al Christian Information Center (CIC), dove il responsabile della struttura, fra Tomasz Dubiel, ha accolto tutti i frati Capitolari per inaugurare gli ambienti totalmente rinnovati e presentare le sale multimediali del nuovo complesso museale che permetterà ai pellegrini e visitatori di rivivere le ultime ore dell’esperienza terrena di Gesù Cristo e prepararsi alla visita al S. Sepolcro. La cena è stata preparata sul terrazzo del centro presso la nuova caffetteria in una location incredibile.