San Leopoldo: la festa nazionale del Belgio

Belgium Mass
Belgium Mass

In Custodia di Terra Santa la festa di San Leopoldo è arrivata con quattro giorni di anticipo. Il 15 novembre, uno dei giorni di festa più importanti per il Belgio, a Gerusalemme viene tradizionalmente celebrato la domenica precedente o successiva con una Messa Solenne.

La Celebrazione Eucaristica in onore del Re Filippo e della sua consorte Matilda ha omaggiato le diversità linguistiche della nazione con le letture nelle tre lingue più parlate all'interno dei suoi confini: francese, fiammingo e tedesco. Fr. Stéphane Milovitch, responsabile dell'Ufficio dei Beni Culturali della Custodia, che ha presieduto la Celebrazione,ha ricordato ai presenti la doppia rilevanza della data: oltre che occasione di celebrazione per San Leopoldo, l'11 novembre è stato il giorno del Centesimo Anniversario dell'Armistizio che ha messo fine alla prima Guerra Mondiale.

A pronunciare l'omelia è stato P. Christian Eeckhout, domenicano dell'École Biblique et Archéologique Française di Gerusalemme, il quale ha sottolineato come le letture del giorno fossero ben collegate alla celebrazione: incentrate sulla generosità, sono state un valido rimando alla famiglia reale e al suo altruismo dimostrato nell'attenzione verso i Cristiani di Gerusalemme."La festa del 15 novembre è una grande tradizione per la Custodia e per la Terra Santa" ha dichiarato P. Eeckhout. "Questa tradizione risale al periodo in cui il Belgio ha deciso di sostenere i Cristiani di Terra Santa e la popolazione di questi territori che Gesù ha conosciuto bene, in cui ha vissuto e in cui ha donato la sua vita". Padre Christian ha raccontato che il 15 novembre è stato indicato come giorno per pregare per la dinastia reale, per il Re e la sua famiglia, affinché i valori cristiani li guidino.

"Sono più di 100 anni che la relazione tra il nostro Stato e la Custodia è continua" ha commentato il Console Generale del Regno del Belgio Danielle Haven. "Siamo sempre stati presenti nei momenti più importanti delle celebrazioni della Custodia: Natale e Pasqua ad esempio. Momenti condivisi, questi, con gli altri tre stati che da sempre camminano insieme a questa realtà con noi: Francia, Italia e Spagna". La festa di San Leopoldo, ha spiegato la Console, non figura nel calendario romano ma è presente in quello tedesco ed è uno delle due feste più importanti per il Regno insieme al 21 luglio. "Questo giorno è molto importante - ha continuato la Haven - anche perché sono passati 100 anni dalla prima Guerra Mondiale, che ha avuto delle implicazioni di portata mondiale. Ci sono state molte battaglie nelle Fiandre: per questa ragione, mantenere vivo il ricordo di quanto successo durante quel periodo per noi significa tanto".


Giovanni Malaspina