Pellegrini e cristiani locali danno inizio al Tempo Quaresimale nella Città Santa

Nella Città Santa l’inizio del Tempo Quaresimale segnato dal mercoledì delle Ceneri è stato celebrato con una Messa nella Basilica del Santo Sepolcro.

In questo luogo Santo, troviamo pellegrini provenienti da tutto il mondo che manifestano la loro gratitudine a Dio per essere qui proprio oggi!

Carolina Rios 
Pellegrina - Perù
“Per me è molto speciale venire qui. È come vivere il Quinto Vangelo: sentire il profumo, toccare, seguire i passi di Gesù, è qualcosa di unico! Penso che tutti i cattolici dovrebbero venire qui.”

Maria Tartaglia 
Pellegrina - Australia
“È un giorno molto speciale. È l’inizio della Quaresima. Essere qui nel Santo Sepolcro con mia figlia è un’esperienza meravigliosa.”

La celebrazione è stata presieduta da Fr. Salvador Rosa Flores che, durante l’omelia, ha paragonato il Cammino Quaresimale a una maratona di cui vediamo già la nostra meta: la vita e la resurrezione!

Anche qui, come in tutta la Chiesa, i fedeli hanno ricevuto l’imposizione delle ceneri e hanno ricordato che l’uomo “è polvere e alla polvere ritornerà”.

Inizia un percorso quaresimale vissuto con molta intensità soprattutto nella Basilica del Santo Sepolcro e a Gerusalemme dove Gesù visse la Passione, Morte e Resurrezione!

Fr. Zacheusz dice che la Quaresima, anche se celebrata ogni anno, è speciale perché il Signore ci dà sempre nuovi segnali, nuove parole, nuovi pensieri...Ecco alcune sue indicazioni per vivere queste giornate!

Fr. Zacheusz Drazek , ofm 
Presidente della Basilica del Santo Sepolcro
“Il diavolo non dorme, quindi dobbiamo vivere questa Quaresima con la Bibbia in mano, pregando, digiunando, e compiendo atti di misericordia. È molto importante non perdere questo Santo Tempo.”

Sempre a Gerusalemme, nella Chiesa di San Salvatore, gli studenti del Terra Santa School hanno preso parte alla Messa celebrata dall’Economo della Custodia, Fr. Ramzi Sidawi. 

Fr. Nairwan Al Banna, ofm
Parroco Parrocchia Latina di Gerusalemme
"È tempo di cambiare dall’uomo vecchio al nuovo, di convertirci per essere vicini al Signore."

Fin da subito questi giovani che sono nati nella Terra di Gesù e che sono il futuro del cristianesimo in questa terra, imparano il senso di questo Tempo Liturgico.

Jeries Rofa
Terra Santa School - Gerusalemme
"L’insegnante di religione ci ha spiegato come vivere il digiuno, la carità e la preghiera in questo periodo. Possiamo farlo in famiglia per sentirci motivati e incoraggiati.”

Maya Nasrawi 
Terra Santa School - Gerusalemme
"Come gesto concreto, a scuola abbiamo preparato una cassetta della carità dove metteremo le nostre offerte e alla fine dei 40 giorni, la manderemo a un orfanotrofio o a una casa di riposo che ne abbia bisogno."

 

www.cmc-terrasanta.org