Terra Sancta Museum: restaurati alcuni pezzi per la nuova sezione storica

Sono tornati al Convento di San Salvatore a Gerusalemme alcuni pezzi della collezione destinata alla nuova sezione storica del Terra Sancta Museum. Rientrano dopo il lungo restauro in Italia grazie al sostegno della Fondazione Roma e al patrocinio dal Consolato Italiano a Gerusalemme.

Fr. STÉPHANE MILOVITCH, ofm
Direttore dell’Ufficio Beni Culturali della Custodia di Terra Santa
"Quest’opera è la più antica su questo tavolo. Si tratta di un dipinto delle stigmate di San Francesco, risalente al XV secolo. Sembra che trovasse nell'ex sede della Custodia di Terra Santa sul Monte Sion - prima del suo trasferimento al Convento di San Salvatore.
Il Museo raccoglierà dipinti che rappresentano sia il fondatore dell'Ordine Francescano, San Francesco d'Assisi, ma anche Santa Chiara: tutti quadri recentemente restaurati e datati XVI secolo."

Fr. STÉPHANE MILOVITCH, ofm
Direttore dell’Ufficio Beni Culturali della Custodia di Terra Santa
"Si potranno perciò ammirare dipinti di Santa Chiara che porta il Santissimo Sacramento e di San Francesco che prega mentre sembra molto malato."

Verrà esposto anche un dipinto, risalente al XVII secolo e recentemente restaurato, di Carlo II, Arciduca d'Austria nel XVI secolo, uno dei più famosi donatori verso la Custodia di Terra Santa.

Fr. STÉPHANE MILOVITCH, ofm
Direttore dell’Ufficio Beni Culturali della Custodia di Terra Santa
"Questo dipinto è di Papa Clemente e sarà esposto nel Museo. I lavori per il suo restauro si sono conclusi in Terra Santa poche settimane fa."

Un restauro che ha incluso anche i disegni dell'architetto italiano Antonio Barluzzi che ha lavorato in Terra Santa.

Fr. STÉPHANE MILOVITCH, ofm
Direttore dell’Ufficio Beni Culturali della Custodia di Terra Santa
"Questi sono due bozzetti del Barluzzi, il quale ha progettato la Chiesa del Getsemani, la Chiesa del Monte Tabor e molte delle nostre chiese in Terra Santa.
Prima di fare il disegno della chiesa, ha voluto mostrare ai frati minori come dovesse essere progettata la struttura, una cosa che oggigiorno viene fatta tramite computer.
Questi due bozzetti risalgono al 1919 e sei anni dopo la chiesa è stata costruita."

Oltre a queste opere d’arte, sono appena ritornate dalla fase di restauro anche alcune sculture.

Fr. STÉPHANE MILOVITCH, ofm
Direttore dell’Ufficio Beni Culturali della Custodia di Terra Santa
"Questi due angeli si trovavano nella farmacia dei Frati Francescani, considerati, in tempi antichi, come “dottori” della Città Vecchia.
Questi due angeli decoravano la facciata della farmacia."

Nella farmacia si trovava anche la statua di Sant'Antonio, patrono degli ammalati, il cui restauro è terminato di recente.

Il Terra Sancta Museum rende visibile a tutti i visitatori di varie religioni la presenza cristiana in Terra Santa e offre l'opportunità di farne conoscere la storia e le profonde radici in questa Terra.

 

Christian Media Center