Scambio di auguri di Pasqua tra cattolici

Il Custode di Terra Santa, fra Pierbattista Pizzaballa, accompagnato da una piccola delegazione, martedì 19 aprile si è recato al Patriarcato greco cattolico di Gerusalemme per presentare gli auguri pasquali della Custodia al Padre Mtanios Haddad, vicario patriarcale della Chiesa melkita. Il Padre Haddad lo ha ricevuto insieme ad alcuni preti del patriarcato. Questa è stata, per la Custodia e il suo vicario, fra Artémio Vítores, l’occasione per uno scambio di idee con il clero arabo sugli ultimi sviluppi della politica tra Israele e Palestina e le conseguenze del blocco dei finanziamenti americani ed europei. Questi incontri non sono solo una dovere di diplomazia, perché sia i francescani, che il clero della chiesa greco cattolica sono a servizio e vivono in mezzo alla popolazione cristiana, la cui situazione diviene ogni giorno più critica nei territori sotto l’Autorità Palestinese. Ognuno di loro porta la preoccupazione dell’avvenire per tutti i fedeli, come anche per tutti gli altri abitanti di questo paese.

Più tardi, nel pomeriggio, sua Beatitudine Michel Sabbah, accompagnato da Mons. Fouad Twal suo coadiutore, da Mons. Kamal Bathish vescovo ausiliare e da una delegazione di vari sacerdoti del Patriarcato e canonici del Santo Sepolcro, è venuto a far visita al Custode e alla comunità di San Salvatore. Conversazioni informali attorno ad un rinfresco, scambi di notizie e condivisioni fraterne sui giorni trascorsi insieme in preghiera — durante le lunghe ma commoventi celebrazioni della Settimana Santa nella Basilica della Resurrezione — hanno animato questo incontro pasquale. Dal grande salone di ricevimento sua Beatitudine si è in seguito recata nell’infermeria per salutare i frati anziani o malati. E’ stato per tutti un momento di pausa dopo queste feste che, se hanno rapito i cuori, hanno anche ridotto un poco il riposo corporale. Un tempo apprezzato per la sua semplicità. Un’occasione per ripetersi “Cristo è veramente risorto, Alleluia!”

MAB