A Rodi si produce “il pane degli angeli”

Rodi è da secoli un ponte tra mondi e culture. Anche l’ordine francescano è legato sin dall’inizio delle sue origini all’isola. Nel 1219, infatti, San Francesco partendo da Ancona nel suo viaggio verso la Terra Santa, toccò le isole dell’Egeo, essendo Rodi porto obbligatorio.

In questa piccola parte della Custodia di Terra Santa, cuore pulsante della vita pastorale sull’isola, i frati sono impegnati nell’assistenza verso coloro che scappando da guerre e persecuzioni approdano a Rodi nel loro viaggio verso l’Europa.

Fr. JOHN LUKE GREGORY, ofm
Vicario Generale Arcidiocesi di Rodi
"I frati sono qua da molti secoli. E noi ci siamo chiesti, come i frati di un tempo, come possiamo aiutare la gente? Insieme a Fr. George, studente di teologia, che è qui per studiare inglese e greco, abbiamo scoperto la macchina per fabbricare le ostie, che era stata usata da un certo Fra Ambrogio, degli Stati Uniti, fino ai primi anni 90."

Fr. JOHN LUKE GREGORY, ofm
Vicario Generale Arcidiocesi di Rodi
"Per il Giovedì Santo abbiamo prodotto per la prima volta, fabbricate e preparate qui a Rodi, le ostie. Ha un significato molto importante perché in questo periodo dove è tutto chiuso, i poveri rimangono con noi, i rifugiati rimangono con noi e cosi abbiamo pensato a come continuare a dare cibo e sostegno questa gente.
Sull’isola, dove i Casi da Coronavirus sono stati solamente tre - ha sottolineato Fr. Luke - la spiritualità si lega alla necessità di percorrere una strada concreta che è quella del servizio agli ultimi."

Fr. JOHN LUKE GREGORY, ofm
Vicario Generale Arcidiocesi di Rodi
"A causa della pandemia di Coronavirus, c’è meno possibilità di ricevere i beni con le navi-cargo, e allora abbiamo riscoperto le nostre “origini”: non solo produciamo ostie ma seguendo l’invito del Custode a intraprendere una strada più indipendente, abbiamo incrementato la coltivazione in giardino e stiamo costruendo un pollaio nel monastero di san Francesco, per avere uova fresche e darle ai rifugiati e poveri che serviamo."

Luogo di frontiera ma anche laboratorio di pace. Tra dialogo e accoglienza Fr. Luke insieme ai frati della Custodia presenti sull’isola offre quotidianamente aiuto ai poveri e rifugiati.

Fr. JOHN LUKE GREGORY, ofm
Vicario Generale Arcidiocesi di Rodi
"Panis angelicus 'pane degli angeli' molti importante, nella celebrazioni, come quella del giovedì santo, perché ci ricorda il momento in cui Gesù ha distribuito il pane, il suo corpo per nutrire i suoi discepoli e tutti gli uomini, ieri come oggi."

 

Christian Media Center