Messaggio di solidarietà per i frati e il popolo libanese

Caro fra Francesco,

Il Signore ti dia Pace!

A nome del Definitorio generale e di tutto l’Ordine, desidero estendere la nostra preghiera e la nostra solidarietà ai frati e al popolo libanese dopo le recenti esplosioni che hanno scosso la città di Beirut. La perdita di vite innocenti, la sofferenza di tanti feriti e la devastante distruzione di beni, che ha lasciato centinaia di migliaia di persone senza tetto, rischiano di creare un senso di disperazione. La crisi della nuova pandemia del Coronavirus e il crollo dell’ordine politico accentuano l’ansia e minacciano di creare un vuoto di potere che potrebbe portare ulteriore sofferenza e incertezza.

Vi preghiamo di trasmettere ai nostri fratelli francescani, alle comunità cristiane che servono, ai vari leader delle chiese cristiane e ad altri leader religiosi con cui siete in contatto, la nostra sincera preoccupazione e la nostra offerta di preghiera, affinché Dio possa dare luce, coraggio e forza al popolo libanese. Il nostro augurio è che ci possa essere un movimento di solidarietà tra le nazioni, affinché il necessario sostegno finanziario, logistico e di altro tipo sia fornito in modo tempestivo per assistere il popolo libanese in questo momento così difficile.

Faccio un appello anche alle Entità francescane dell’Ordine a fornire assistenza finanziaria, ove possibile, lavorando a stretta collaborazione con la Custodia, che è al servizio dei più bisognosi.

Fraternamente in Cristo e Francesco,

Fra Michael A. Perry, OFM
Ministro generale e Servo