Lunedì Santo a Betania: il profumo di una vita "sprecata"

Da qualcuno è definita la "casa della povertà" o "casa di Anania",da altri "la casa dell'amicizia". 
La Settimana Santa nella Terra di Gesù inizia a Betania, la città di Lazzaro, Marta e Maria - in cuiessi hanno vissuto e hanno curato il legame amicale con Gesù–ed inizia con la benedizione degli Oli.

Questa celebrazione ricorda l'episodio narrato nel brano del Vangelo secondo Giovanni (12, 1-11) in cui, sei giorni prima della Pasqua, Gesù si reca a Betania dai suoi amici e Maria gli cosparge i piedi con del prezioso olio di nardo che asciugherà coni suoi capelli. L'olio benedetto è lo stesso olio di nardo che oggi, come allora, continua a spargersi nelle case e nelle chiese, in ricordo di quell'episodio perché, come dice Gesù,“non sempre avete me”. La memoria è legata anche alla morte: quest'olio ricorda l'unzione del corpo di Gesù ed è riferimento per il rito della commemorazione della Passione e la Morte e la Sepoltura del Signore del Venerdì Santo nella Basilica del Santo Sepolcro.

"Il profumo sprecato da Maria diventa una profezia potente" ha sottolineato il Custode di Terra Santa Fr. Francesco Patton, che ha presieduto la celebrazione. "Diventa il simbolo di quanto sia bello, gradevole, stare insieme con Gesù, in amicizia, senza altre preoccupazioni e senza affanni, senza lavori da sbrigare [...]cancella perfino l’odore della morte e della paura della morte, che è un odore che ci portiamo inevitabilmente tutti addosso, e manifesta quanto sia vero che l’amore è più forte della morte".
Come suggerisce la liturgia del luogo parliamo di "un gesto profetico, uno spreco che riconosceva la regalità di Gesù, l’onore e l’ossequio dovuti al re dell’universo". È proprio grazie a questo gesto che la casa si riempie del profumo della regalità, che rimane per sempre e trasforma la casa di Povertà in una casa di vita bella, piena e autentica. "Fa’ che sull’esempio di Maria di Betania" ha concluso Fr. Patton,"sappiamo sprecare ciò che abbiamo di più prezioso, la nostra stessa vita, per manifestare che ti amiamo".

Da Betania, la casa degli amici del Signore Gesù, gli aromi e il profumo saranno poi portati alle Parrocchie e alla Basilica del Santo Sepolcro.

Giovanni Malaspina