La Verna: quattro nuove professioni nella Custodia Terra Santa

Nella mattinata di sabato 7 settembre, presso il Santuario francescano di La Verna (Italia), quattro novizi hanno emesso la loro prima professione nell’Ordine dei Frati Minori.

Provenienti da diverse parti del mondo, dopo i primi anni di discernimento, i quattro frati hanno terminato il loro “anno della prova” presso il Santuario di La Verna, continuando così il loro cammino di formazione verso la a Terra Santa. Costruito nella parte meridionale del monte Penna, in Toscana, il Santuario ha un grande significato per il francescanesimo: oltre ad essere protagonista di numerosi avvenimenti legati all’Ordine, esso è il luogo della piena conformazione di Francesco al Cristo crocifisso, il posto cioè in cui San Francesco ha ricevuto le stigmate il 14 settembre 1224.

A presiedere la celebrazione eucaristica è stato il Custode di Terra Santa, Fr. Francesco Patton. Durante il commento alle letture scelte per il giorno di festa, Fr. Patton ha raccontato la sua esperienza di formazione e vocazione all’alba del suo trentaseiesimo anno dalla sua prima professione. “Una cosa ho imparato per esperienza personale, ed è che per rispondere a questa chiamata le nostre forze sono insufficienti” ha detto il Custode “Ciò che ci permette di corrispondere al dono che abbiamo ricevuto, ciò che ci permette di camminare giorno dopo giorno sulle orme di Gesù, ciò che ci rende capaci di “osservare il suo Vangelo vivendo in obbedienza, senza nulla di proprio e in castità” è il fatto che Lui stesso ha pregato e continua a pregare per noi, Lui stesso ci sostiene e ci dà forza, Lui stesso manifesta continuamente la sua grazia, benevolenza e misericordia a noi che siamo fragili, tendenzialmente egoisti, facilmente infedeli”. Non è mancato il ricordo ai frati che attualmente vivono in Siria e a quelli che hanno dato la loro vita in Terra Santa, per difendere i luoghi e la propria fede.

Dopo l’omelia ognuno si è avvicinato all’altare e, nelle mani del Custode ha fatto la sua professione alla quale Fr. Patton ha risposto “e io, a nome della Chiesa e della nostra Fraternità, ricevo i tuoi voti, e da parte di Dio onnipotente, se osserverai queste cose, ti prometto la vita eterna”.

 

Giovanni Malaspina