Il convento francescano di Washington D.C. ha ospitato l'annuale evento di Fundraising

Più di 250 amici e benefattori dei francescani della Custodia e del Convento Francescano di Terra Santa di Washington D.C. hanno partecipato alla Santa Messa e al Gala annuale di sabato 9 novembre. Il Custode di Terra Santa, Fr. Francesco Patton ha presieduto la Santa Messa nella chiesa del Convento e durante la serata ha esposto alcuni sue riflessioni sulla missione francescana, aggiungendo una serie di considerazioni nel contesto della celebrazione degli 800 anni dall'incontro di San Francesco con il Sultano al-Malik al-Kamil.

Anche quest’anno il Padre Custode ha conferito la medaglia Grato Animo, un riconoscimento dato dalla Custodia a coloro i quali si sono distinti per l'impegno nel migliorare la vita dei cristiani e di chi vive in Terra Santa e che hanno supportato la missione della Custodia.

In questo anno giubilare, la medaglia Grato Animo è stata conferita al Regno hashemita di Giordania, nella persona dell'Ambasciatore giordano negli Stati Uniti d'America, per l'impegno di Sua Maestà re Abdullah II e il popolo giordano nella promozione di una coesistenza pacifica tra le persone e l'attenzione al dialogo interreligioso. La Giordania ha permesso a molti francescani di poter esercitare il loro ministero e guidare gruppi di pellegrini, godendo dell'amicizia e dell'ospitalità dei suoi abitanti,delle sue meraviglie naturali e dei siti storici importanti per la storia dei credenti di diverse religioni.

A ritirare il premio è stata l'ambasciatrice Dina Kawar, Ambasciatrice straordinaria e plenipotenziaria del Regno hascemita di Giordania negli Stati Uniti d'America, carica che ricopre dal giugno 2016. In precedenza, è stata rappresentante permanente della Giordania presso le Nazioni Unite (da agosto 2014 a giugno 2016). Durante quel periodo, è stata la prima donna araba a presiedere il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, mentre la Giordania era membro non permanente del Consigliodi sicurezza.

Nelle sue osservazioni, l'ambasciatrice Kawar ha elogiato il lavoro della Custodia presso la Terra Santa School di Amman e al Memoriale di Mosè sul Monte Nebo, sottolineando il lavoro archeologico di Fr. Michele Piccirillo. Ha sottolineato che Sua Maestà, il re Abdullah, ha ricevuto il premio Lamp of Peace nel marzo di quest'anno nella Basilica di San Francesco, ad Assisi, in Italia. In quell'occasione, il re ha fatto riferimento a come san Francesco, "sia conosciuto in tutto il mondo per la sua compassione verso ogni persona e tutti gli esseri viventi. Tale amore è una guida importante per noi oggi".

Durante la cena è stato proiettato un video che descriveva la storia dell'incontro di san Francesco e il Sultano, che ha messo in evidenza il lavoro dei francescani in Giordania.

Mons. W. Ronald Jameson, rettore della Cattedrale di San Matteo, Washington, D.C., e membro dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, ha introdotto la cena con una preghiera.

La messa e la cena sono stati accompagnati dalla musica eseguita al pianoforte da Lynda Saponara e dal mezzosoprano Jessica Renfro, cantante che si è esibita al Maggio Musicale Fiorentino, all’Opera di Tampa, all’Opera del Delaware, all’Opera di Dicapo, all’Opera di san Pietroburgo, ecc.

Gli ospiti che hanno partecipato alla celebrazione eucaristica sono stati accolti da Fr. Larry Dunham, guardiano e Commissario del convento di Washington.

Fr. Greg Friedman