Gerusalemme: insediamento dell'Esarca Patriarcale della Chiesa Armeno Cattolica

Lunedì 17 giugno presso la quarta stazione della Via Dolorosa a Gerusalemme si è insediato il nuovo Esarca Patriarcale dell'Esarcato di Gerusalemme e Amman, Mons. Joseph Zabbara.

"Eleviamo le nostre preghiere a Dio Onnipotente affinché aumenti in voi lo zelo e la saggezza del Buon Pastore e che voi assumiate al meglio questa doppia e delicata missione che vi è affidata" termina così il Decreto Patriarcale di nomina firmato da Sua Beatitudine Gregoire Pierre XX Ghabroyan, Patriarca di Cilicia degli Armeno Cattolici che ha sede a Beirut ( Libano). L'insediamento, avvenuto durante la celebrazione della Divina Liturgia, è stato fatto da Mons. Raphaël François Minassian con la partecipazione dei fedeli Armeno Cattolici di Gerusalemme che hanno preso parte all'evento insieme al Nunzio Apostolico di Israele e Delegato Apostolico per Gerusalemme e Palestina Mons. Leopoldo Girelli, l’Amministratore Apostolico del Patriarcato Latino di Gerusalemme Mons. Pierbattista Pizzaballa, il Custode di Terra Santa Fr. Francesco Patton e diversi rappresentanti delle altre comunità cristiane presenti a Gerusalemme. Durante la celebrazione Mons. Zabbara ha salutato i fedeli ed espresso la gioia di poter servire la Chiesa a Gerusalemme.

Mons. Joseph Zabbara è nato ad Aleppo (Siria), dove ha frequentato i primi due anni di Seminario dal 1990 per trasferirsi poi a Roma. In Italia ha frequentato il Pontificio Istituto Orientale e ottenuto il baccellierato in FIlosofia e Teologia presso la Pontificia Università San Tommaso d'Aquino. Nel 1999 è stato ordinato sacerdote per l'Arcieparchia di Aleppo ricoprendo diversi incarichi parrocchiali ad Aleppo oltre all'insegnamento nell'Istituto di Teologia Cristiana della capitale siriana. Nel 2016 Mons. Zabbara è stato nominato Amministratore Eparchiale dell'Arcieparchia di Bagdad.

Istituita nel 1740 circa, la Chiesa armeno-cattolica è una delle Chiese cattoliche patriarcali "sui iuris orientali", che mantiene cioè le proprie tradizioni cristiane orientali sia per liturgia, spiritualità e teologia che per il codice di diritto canonico di riferimento. Nonostante le differenze che la distinguono dalla Chiesa Latina è in piena comunione con la Santa Sede, dipendendo dal dicastero specifico chiamato Congregazione per le Chiese orientali. La Chiesa armeno-cattolica è presente con diverse comunità in Armenia, Egitto, Israele, Iran, Iraq, Libano, Palestina, Siria, Turchia e in altri territori del mondo in cui le comunità armene si sono stanziate successivamente alla diaspora.

 

Photo: Garo Nalbandian