Eletto il nuovo Discretorio di Terra Santa

Venerdì 12 luglio 2019, nell'ambito del Capitolo Intermedio della Custodia di Terra Santa è avvenuta l’elezione del nuovo Discretorio della Custodia di Terra Santa che ha confermato tutti i Discreti eletti nel Capitolo di tre anni fa.

Per il gruppo di lingua tedesca, francese e greco-slava è stato confermato Fr. Siniša Srebrenović, per il gruppo di lingua inglese Fr. John Luke Gregory, per il gruppo di lingua italiana Fr. Bruno Varriano, per il gruppo di lingua araba Fr. Ibrahim Faltas, per il gruppo di lingua spagnola e portoghese Fr. Marcelo Cichinelli. I Discreti che compongono il Discretorio sono frati eletti secondo i diversi gruppi linguistici presenti in Custodia.

Il Discretorio, che forma il Governo della Custodia insieme al Custode e al Vicario custodiale, è l'organo che si affianca al Custode nel dare consiglio o consenso, a norma del diritto universale e proprio, su alcuni argomenti, determinati dagli Statuti particolari o dal Capitolo locale, per risolverli più facilmente e più speditamente (Costituzioni Generali, titolo XXIII, art. 244). In Terra Santa esso si riunisce una volta al mese in via ordinaria, procede all'approvazione dei conti annuali e dei rapporti dei frati a cui sono affidati compiti specifici; almeno una volta all'anno riceve i responsabili della Formazione e, in alcune situazioni specifiche, può richiedere la partecipazione di un laico o un frate per opinioni e consigli.

"In un clima molto sereno, il Capitolo ha confermato tutti i fratelli che avevano servito come discreti nel triennio precedente, con un consenso molto ampio" ha dichiarato il Custode di Terra Santa subito dopo l'elezione "Questo vuol dire che ci sono i presupposti per poter continuare a lavorare bene insieme a servizio di questa realtà unica che è la Custodia di Terra Santa e a servizio della Chiesa".
Alla chiusura del Capitolo in corso, seguirà il primo appuntamento del neo-rieletto Discretorio che provvederà alla nomina dei frati per i servizi specifici alla Custodia, alla Curia custodiale, ai Conventi e ai Luoghi santi.

Giovanni Malaspina