Otto giovani cristiani israeliani hanno partecipato alla XX Giornata Mondiale della Gioventù

Un gruppo di otto giovani cristiani israeliani ha partecipato alla XX Giornata Mondiale della Gioventù (10-21 agosto 2005): provenienti da Giaffa, Tel Aviv, Bat Yam, Rishon LeZtion e da Gerusalemme, guidati da padre Apollinare. I giovani, dopo la visita a Strasburgo, sono stati ospitati in Germania a Gernsbach e a Unkel, da dove - per la Veglia di preghiera e la Messa con il Papa - hanno raggiunto la spianata di Marienfeld a Colonia.

Le fotografie li ritraggono in gruppo davanti al Duomo di Colonia, nei momenti di riposo e del pranzo, e nell'incontro con alcuni partecipanti palestinesi, anche loro partiti da Gerusalemme.

La festa delle bandiere (mascotte compresa!) esprime la gioia del ritrovarsi insieme da ogni parte del mondo, nella fede comune, animati dalla stessa speranza.

Il gruppetto israeliano ha sempre destato il curioso stupore di chi non sa che ci sono ebrei di fede cristiana: essi sono membri della Qehillah, la comunità cattolica di espressione ebraica, per i quali la Custodia si è impegnata con l'apertura della casa titolata ai Santi Simeone ed Anna nella città nuova di Gerusalemme, dove - come a Giaffa - si celebra la liturgia in ebraico.